Un fantomatico esercito di nemici - Edizioni Il Campano
18171
product-template-default,single,single-product,postid-18171,qode-quick-links-1.0,woocommerce,woocommerce-page,ajax_fade,page_not_loaded,,columns-4,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

Un fantomatico esercito di nemici

16.00

Titolo: Un fantomatico esercito di nemici
Sottotitolo: L'aggressione nazi-fascista ai civili italiani
Autore: Livio Marchi
Pagine: 258
Prezzo: 16.00 €
Rilegatura: Brossura
Data Pubblicazione:: Marzo 2018
Illustrato: no
Dimensioni: 14×21 cm
ISBN: 9788865284278

Nel corso della Seconda Guerra Mondiale, il coinvolgimento della popolazione civile ha assunto dimensioni difficilmente paragonabili a qualsiasi epoca storica. Il numero dei morti a seguito degli «effetti collaterali» delle operazioni belliche si è rivelato tuttavia inferiore a quello originato dalle politiche razziali, dai progetti di desertificazione di intere regioni dell’Europa orientale e balcanica, dalle tattiche di controguerriglia e dai bombardamenti strategici.

Neppure i civili italiani, nella loro scomoda veste di aggressori più o meno consapevoli ed entusiasti, sono stati dispensati dalla discriminazione razziale – funzionale al successivo sterminio nei campi di concentramento – dalla distruzione di interi abitati e centri produttivi, da stragi ed eccidi ingiustificati.

Quali furono le disposizioni e gli effetti delle «leggi della vergogna»? Il trattamento subito dai civili italiani presenta similitudini con quello che i nazisti riservarono alle popolazioni dell’Europa dell’Est e con le sofferenze che il Regio Esercito inflisse ai cittadini delle colonie africane e dei Balcani? Il massacro di quello che una giovane testimone definisce «un fantomatico esercito di nemici», formato da vecchi, donne e bambini, fu determinato da situazioni contingenti e non prevedibili oppure dalla messa in atto di strategie ben pianificate dall’esercito tedesco e dalle squadracce fasciste?
Questo saggio intende offrire al lettore alcune interpretazioni avvalendosi degli studi dei maggiori storici italiani e internazionali.