L'immagine di Vicopisano nell'arte - Edizioni Il Campano
18304
product-template-default,single,single-product,postid-18304,qode-quick-links-1.0,woocommerce,woocommerce-page,ajax_fade,page_not_loaded,,columns-4,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

L’immagine di Vicopisano nell’arte

18.00

Titolo: L’immagine di Vicopisano nell’arte
Sottotitolo: Da Paolo Uccello all’età contemporanea
Autore: Giovanni Ranieri Fascetti
Pagine: 76
Prezzo: Euro 18,00
Rilegatura: Brossura
Data Pubblicazione: Settembre 2018
Illustrato: si
Dimensioni: 23×29 cm
ISBN: 9788865284438
Catalogo:

 

Un paese antico alle falde del Monte Pisano; i resti monumentali di un illustre passato di guerre e di commerci; qui si nasconde un tesoro di storie sorprendenti che hanno avuto un riflesso plurisecolare sull’immaginario degli artisti. In questo libro si racconta come Brunelleschi, Paolo Uccello, Giorgio Vasari, Uberto Bonetti e tanti altri artisti hanno visto Vicopisano, ne siano rimasti affascinati, l’abbiano vissuta, creando infine la loro immagine di Vico e del suo territorio.

 

 GIOVANNI RANIERI FASCETTI 

Vive e opera a Pisa dove è nato nel 1965, è Cittadino Onorario del Comune di Vicopisano. Dal 1980 ha iniziato il suo percorso di studio della Storia e la sua azione culturale. Storico dell’Arte, Archeologo, Esperto di Gestione e Marketing del Patrimonio, ha pubblicato monografie con temi che vanno dalla tradizione enogastronomica antica ai graffiti medievali; saggi dedicati all’interpretazione simbolica di monumenti ed opere d’arte. Fascetti è una figura chiave nella scoperta di siti archeologici fra i quali, in Pisa, la necropoli villanoviana e romana di via Derna, le necropoli etrusche della Figuretta e di viale Giovanni Pisano, il santuario etrusco di piazza Duomo, e di insediamenti preistorici, etruschi, romani e medievali delle colline Pisane e del Monte Pisano. Nella Valli del Serra e del Carchio, sulle Apuane, ha ritrovato le vestigia della strada costruita da Michelangelo Buonarroti per procurare i marmi per la facciata del San Lorenzo in Firenze. Docente di Lingua e Letteratura Italiana, di Storia, Storia dell’Arte, Economia della Cultura, ha collaborato con le seguenti Università e Istituti: Vanderbilt University, European School of Economics, Istituto “G. Matteotti” di Pisa e, per il settore di Economia è Ambiente con l’Università di Verona. È Presidente del Gruppo Culturale “Ippolito Rosellini” che ha fondato nel 1980. Fondatore e Vicepresidente del Club di Pisa per l’UNESCO, fondatore del Club di Lucca per l’UNESCO (2000), è Presidente dell’Associazione “Brunelleschi”. Dal 1998 dirige il complesso monumentale della Rocca del Brunelleschi. Dal 2004 dirige il Tempio di Minerva Medica a Montefoscoli. Si occupa della promozione e gestione delle visite al complesso della Cappella del Santo Sepolcro dei Cavalieri Ospitalieri di Gerusalemme in Pisa. Portabandiera dei Partigiani FIVL dall’età di diciotto anni, è Socio Onorario dell’Associazione Nazionale Ex Internati Italiani, Socio Onorario della Cooperativa “Riuscita Sociale” di Siena degli ex internati O.P., Socio del Centro Sociologico Italiano.