Anatomie di teatro - Edizioni Il Campano
16739
product-template-default,single,single-product,postid-16739,qode-quick-links-1.0,woocommerce,woocommerce-page,ajax_fade,page_not_loaded,,columns-4,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

Anatomie di teatro

18.00

Titolo: Anatomie di teatro
Sottotitolo: Violenza rituale, carnevale e scienza nella Pisa della prima età moderna.
Autore: Luigi Lazzerini
Pagine: 278 ppgg.
Prezzo: € 18.00
Tipo Rilegatura: Brossura
Mese e Anno Pubblicazione: Ottobre 2013
Illustrato: No
Dimensioni: 16×22 cm
ISBN: 9788865281987

Nella prima metà del Cinquecento, in concomitanza con la riapertura dello Studio sotto Cosimo I, incominciano a svolgersi a Pisa, in tempo di carnevale, le anatomie di teatro, dissezioni in pubblico di uno o più condannati a morte in un teatro appositamente costruito. Il complesso rituale cui partecipano, oltre agli anatomisti e ai medici, anche filosofi, artisti, scienziati, membri di confraternite religiose e probabilmente spettatori popolari viene analizzato in questo volume in tutta la sua ricchezza e complessità, attingendo a testi anatomici, giuridici, trattati di conforto ai condannati, fonti e letteratura inquisitoriale, trattati di pittura come quello di Vasari. Sullo sfondo c’è il tentativo di mostrare l’evoluzione delle forme rituali di violenza in un città di antico regime, tra medioevo ed età moderna, e di riflettere sulla natura ed il significato del carnevale.

Luigi Lazzerini ha conseguito il dottorato di ricerca presso l’Istituto Universitario Europeo ed è stato fellow dell’Harvard Center for Italian Renaissance Studies di Villa I Tatti, Firenze. Oltre a numerosi articoli, apparsi in riviste italiane e straniere, ha pubblicato Nessuno è innocente. Le tre morti di Pietro Pagolo Boscoli, Firenze, Olschki, 2002 e Teologia del Miserere. Da Savonarola al Beneficio di Cristo, Torino, Rosenberg e Sellier, 2013.