Arnus,

la Collana Universitaria delle Edizioni il Campano

 
  • Le Bandiere di Dante
  • Soldier I
  • Omaggio ad Alberto Sordi, a dieci anni dalla scomparsa.
  • Colonie marine a Calambrone: le origini, la storia, l'architettura
  • Scarica il catalogo direttamente online
  • Nuovo Servizio E-Pub
  • Trilogia Uomini con il Saio
  • Nasce la Collana Giovani Promesse
Home >> Catalogo >> Progetto Arnus >> Edipo dal mito al topos medievale
Home >> Catalogo >> Progetto Arnus >> Edipo dal mito al topos medievale

Edipo dal mito al topos medievale

  Edipo dal mito al topos medievale

Ingrandisci la copertina

Titolo Edipo dal mito al topos medievale
Sototitolo Variazioni sul tema dell'incesto nelle letterature romaze del XII e del XIII secolo
Autore Daniela Tubercoli
Pagine 298 ppgg.
Prezzo € 18.00
Tipo Rilegatura Brossura PUR
Mese e Anno Pubblicazione Gennaio 2015
Illustrato No
Dimensioni 16x22 cm
ISBN 9788865283288
Catalogo Arnus

 

Fra XII e XIII secolo si assiste a una diffusione paneuropea del tema dell’incesto nelle letterature romanze che ereditano il mito di Edipo dall’antichità e lo fanno diventare trasversale ad ogni ambito letterario: dall’agiografia alle rappresentazioni sacre, dal romanzo all’epica, dai testi miracolistici agli exempla. Le ragioni di questo interesse sono da ricercare, in parte, nel contesto socio-culturale e religioso che spiega la presenza di questo tema anche in racconti agiografici, paradigmatici delle tensioni fra Chiesa e aristocrazia per il controllo degli equilibri sociali e interpretati come storie esemplari di pentimento. Eppure la rappresentazione di questo peccato oltrepassa la definizione di infrazione all’ordine religioso e sociale per diventare, come già nell’antichità, emblematica di un percorso di conoscenza che va oltre l’uomo: la realtà multipla di chi, lacerato dalle contraddizioni, è, come Edipo, padre e fratello dei suoi figli, porta con sé un’ambiguità identitaria e ontologica che suggerisce l’addensarsi di più significati anche su strutture narrative già codificate.

Attraverso l’analisi di opere provenienti da diverse aree del dominio linguistico romanzo –prevalentemente francesi, ma anche spagnole, italiane e occitaniche – viene messa a fuoco l’evoluzione della leggenda edipica dall’antichità classica al medioevo latino e volgare. In particolare, lo studio si concentra sull’elaborazione del mito, dapprima, nel Roman de Thèbes, la cui struttura è messa a confronto con la leggenda tristaniana, per poi prendere in considerazione le testimonianze più tarde, reperibili in compilazioni storiche ed enciclopediche. Il quadro si completa con la presentazione delle rielaborazioni agiografiche del modello dell’incesto involontario e delle diramazioni epico-cavalleresche del tema che vela di un oscuro mistero la nascita di Rolando e la morte di Artù. L’indagine si sofferma sulla distanza che separa il senso apodittico dei testi dal loro significato allegorico, la cui comprensione passa necessariamente da un confronto con le Scritture e con la loro esegesi.

Daniela Tubercoli (1976) è laureata in Lingue e letterature straniere e ha conseguito il dottorato di ricerca in Lingue e culture del Mediterraneo con una tesi in Filologia romanza presso l’Università di Firenze. Ha studiato, con approccio critico-filologico, testi delle letterature romanze medievali, con particolare attenzione alla produzione in antico francese. Si è occupata per molti anni di didattica dell’italiano L2 e attualmente insegna Lingua e civiltà francese in un Istituto superiore.

 

Questo sito utilizza cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui . Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

EU Cookie Directive Module Information