Guerriero Rolando Archivi - Edizioni Il Campano
897
archive,tax-autori,term-guerriero-rolando,term-897,qode-quick-links-1.0,woocommerce,woocommerce-page,ajax_fade,page_not_loaded,,columns-4,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,prdctfltr-shop,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

Guerriero Rolando

Rolando Guerriero, nato a Pisa il 15/01/1935, laurea in Scienze agrarie. Ha svolto tutta la sua carriera universitaria (da assistente incaricato a professore ordinario) presso l’Istituto di Coltivazioni Arboree dell’Università di Pisa. Libero docente in Frutticoltura Industriale (1970) ha tenuto il corso di Viticoltura dal 1971 al 2007 e per due anni (2003-2004 e 2004-2005) quello di Ecobiologia e geografia viticola nel corso di Laurea Specialistica. L’ attività di ricerca ha riguardato aspetti bio-agronomici della frutticoltura e della viticoltura, quali la dormienza ed il fabbisogno in freddo delle gemme, la biologia fiorale e la protezione dalle gelate primaverili. Essa è testimoniata da oltre 199 pubblicazioni a stampa. Particolare attenzione ha dedicato al miglioramento genetico dell’albicocco, alla descrizione e valutazione del germoplasma dell’olivo e dell’albicocco ed alla costituzione di nuove cultivar di quest’ultima specie. È membro dell’Accademia Italiana della Vite e Vino e dell’Accademia Italiana dell’Olivo, accademico aggregato dell’Accademia dei Georgofili. Con l’andata a riposo ha rievocato mestieri e civiltà ormai scomparse, quali quella dei piccoli contadini toscani e dei carbonai dell’Appennino modenese, ottenendo lusinghieri riconoscimenti in diversi concorsi letterari: Da estate a estate: un anno da sfollato, in Tempi di guerra, ETS, Pisa, 2009; I quaderni nascosti del figlio del repubblichino, Giovane Holden, Viareggio, 2014; Una famiglia di carbonai, Giovane Holden, Viareggio, 2015; Amleto al tempo delle briglie, Montedit, Melegnano, 2016.
Ordina per